GIURIA


VOVKA ASHKENAZY presidente

Nato a Mosca, primogenito di due musicisti di eccezionale talento, Vovka Ashkenazy cominciò lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Rögnvaldur Sigurjónsson a Reykjavík, dove la famiglia allora risiedeva. A sedici anni fu accettato al Royal Northern College of Music, dove seguì i corsi di Madame Sulamita Aronovsky. Occasionalmente ebbe la fortuna di beneficiare di lezioni private con Leon Fleisher, Peter Frankl e naturaImente, il proprio padre. Vovka Ashkenazy debuttò nel 1° concerto per pianoforte ed orchestra di Tchaikovsky con la London Symphony Orchestra sotto la direzione di Richard Hickox al Barbican Centre. Da allora la sua carriera l’ha portato in giro per il mondo con opportunità di suonare in prestigiosi teatri in Europa, Australia, Nuova Zelanda, Giappone e le due Americhe. Ha partecipato a numerosi festivals internazionali come, per esempio, il Marlboro Festival in Vermont ed il Festival dii Due Mondi di Spoleto ed è stato ospite di praticamente tutte le maggiori orchestre inglesi e in oltre Los Angeles Philharmonic, Australian Chamber, l’Orchestra Sinfonica di Berlino, ecc. Vovka Ashkenazy è molto attivo in musica da camera; ha registrato un CD di musica italiana con suo fratello, il clarinettista, Dimitri Ashkenazy, insieme al quale si esibisce regolarmente, ed insieme hanno effettuato tournées in Giappone negli anni 1997, 2000 e 2002. Dal 2001 ha iniziato una stretta collaborazione con Vassilis Tsabropoulos, attualmente il più virtuoso dei pianisti greci; il duo è apparso in numerosi festivals di piano ed è stato più volte invitato al Megaron di Atene riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica. Vovka Ashkenazy si esibisce anche attualmente con suo padre, Vladimir Ashkenazy. Hanno inciso nel passato CD con DECCA su musiche di Bartók, Chopin, Rachmaninoff e Schumann. Vovka Ashkenazy è inoltre coinvolto con il “Quintetto di fiati di Reykjavík”, con il quale ha inciso due CD distribuiti da Chandos. Nella primavera del 2008 ha concluso una tournée negli Stati Uniti dove si è esibito in “recitals” e con orchestra. Dal 2009 registra con suo padre una serie di CD sempre per DECCA per due pianoforti, dal repertorio francese a quello russo e persino un CD con musiche di Howard Blake, compositore contemporaneo britannico, le varie incisioni sono sempre seguite da lunghe tournées in Cina, Giappone, Corea,Grecia Turchia, Vietnam con eclettici programmi che comprendono numerose proprie trascrizioni. Futuri viaggi li vedranno esibirsi in Svizzera, Italia, Francia, Danimarca, Giappone ecc… Parallelamente alla sua attività concertistica, Vovka Ashkenazy si dedica con successo all’insegnamento. Ha tenuto Master Class in Australia, Danimarca, Gran Bretagna, Grecia, Guatemala, Islanda, Norvegia, Svezia e Stati Uniti di America è inoltre membro docente presso la prestigiosa Accademia pianistica di Imola “Incontri col maestro” ed è presente per formazione “post-graduate” presso il Conservatorio della Svizzera italiana. Nel 2012 divenne Direttore Artistico del Concorso pianistico Rina Sala Gallo di Monza. Attraverso la sua attività concertistica, Vovka Ashkenazy ha potuto contribuire a diverse iniziative caritatevoli, come ad esempio “Action for Children” e “Cystic Fibrosis Trust” in Inghilterra, Telethon in Svizzera e “Bridges Peace Foundation” in Cambogia e nelle Filippine. Inoltre nel 2010 fu nominato “Honorary Artistic Advisor” presso la Guangzhou Opera House. Attualmente risiede con la sua famiglia in Ticino.

 MANUELA IANA – MIHĂILESCU

Si è un laureata alla scuola di musica Ion Vidu di Timişoara, e al Conservatorio Ciprian Porumbescu (Università Nazionale di Musica) di Bucarest ed è docente di pianoforte presso il Dipartimento di Musica – West University di Timişoara. E’ la vincitrice di numerosi premi tra i quali : 1° premio edizione 1983 Concorso Dinu Lipatti, 1° premio al Concorso Romaniei Cantarea edizioni 1979, 1985, 1987, 1989. Si è specializzata nel campo dell’interpretazione presso il Real Conservatorio de Musica di Madrid ( Spagna ), studiando in particolare la musica per pianoforte spagnola con il professore e pianista Guillermo Gonzales. Ha integrato lo studio e l’esperienza interpretativa dei pezzi della serie Iberia di Isaac Albeniz nella sua tesi di dottorato La Tecnica del Piano riguardante l’Impressionismo in Musicacon opere di Debussy, Ravel e Albeniz e conseguendo il dottorato all’Università di Musica di Bucarest nel novembre 2005. Ha pubblicato “Suggerimenti di avvicinamento alle Opere di C. Debussy, M. Ravel e I. Albeniz” ed “Elementi di linguaggio musicale al pianoforte nelle Opere di C. Debussy, Ravel e Albeniz”, per la Casa Editrice di West University a Timişoara. Manuela Iana – Mihăilescu collabora spesso con le orchestre Filarmonica rumene (Timişoara, Arad, Oradea, Craiova, Satu-Mare, Targu-Mures, Constanţa). Attualmente è solista onorifica della Filarmonica Banatul di Timisoara e musicista da camera (www.filarmonicabanatul.ro), esibendosi nei principali centri musicali della Romania, così come all’estero, in duo pianistico con Dragos Mihailescu, in Germania, Italia, Svezia, Svizzera, Serbia, Spagna, Francia, Austria, Ungheria, Grecia, Russia. Manuela Iana Mihăilescu è stata in giuria in prestigiosi concorsi pianistici quali gare a Jaen (2002, 2005) e Valencia – José Roca ( 2003) in Spagna. E’ stata invitata a insegnare pianoforte masterclass in Norvegia, Spagna, Italia, Russia e Romania. Ha inciso tre CD con Dragos Mihailescu e per la Radio Televisione Nazionale Rumena.

ALESSANDRO GAGLIARDI

Si é formato alla scuola di Itala Balestri Del Corona, diplomatosi all’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca con il massimo dei voti, la lode e la menzione ad honorem. In seguito si é perfezionato con Lya De Barberiis (Accademia Nazionale di S. Cecilia a Roma), Gabriella Barsotti, Rudolf Am Bach, Pier Narciso Masi, Hector Moreno e Norberto Capelli. Ha inoltre effettuato studi di composizione sotto la guida di G. Giani Luporini. Premiato in rassegne pianistiche nazionali ed internazionali é risultato vincitore dei seguenti concorsi: Rassegna “F. Liszt” di Lucca, Concorso “F.I.D.A.P.A.” di Pisa, Concorso “Città di Savona”, Concorso “C. Soliva” di Casale Monferrato (AL), Concorso “A. Longo” di Torre Orsaia (SA), Concorso “D. Milella” di Taranto, Concorso “Città di Stresa”.E’ regolarmente invitato in commissioni giudicatrici di concorsi pianistici nazionali ed internazionali (Cesenatico, Pietra Ligure, Camaiore, Corato, Cercola, Tagliolo M.to, Grosseto, Monopoli, S.Giovanni V.no, S. Bartolomeo a Mare, Pisa, Castiglion Fiorentino, Sestri Levante, Lamporecchio, Moncalieri,ecc) ed ha tenuto Master Classes e Seminari di Pianoforte, Pianoforte a quattro mani e Musica da camera per Amministrazioni comunali, Associazioni e Scuole di musica a Massa Marittima (GR), Piombino (LI), San Vincenzo (LI), Grosseto, Reggio Calabria. Svolge intensa attività concertistica in Italia e all’ estero in qualità di solista, in Duo pianistico e in formazioni cameristiche con i seguenti strumenti: Violino, Viola, Violoncello, Clarinetto, Flauto. E’ direttore artistico della Rassegna musicale per scuole elementari e medie “Città di San Vincenzo”, del concorso nazionale di esecuzione strumentale “Riviera Etrusca” di Piombino e delle attività concertistiche della Val di Cornia (Livorno) da ben 15 anni. E’ titolare di una cattedra di Pianoforte Principale presso il Conservatorio di Musica “F. Morlacchi” di Perugia.

 GIANNA VALENTE

Nata a Bari, ha intrapreso giovanissima lo studio della musica affiancando agli studi classici i corsi regolari di Pianoforte,Organo e Composizione organistica  presso il Conservatorio ”Niccolò Piccinni” di Bari. Diplomatasi in pianoforte col massimo dei voti, sotto la guida prestigiosa di Michele Marvulli, ha proseguito la sua formazione musicale con insigni maestri quali: Guido Agosti,Carlo Zecchi, Carlo Vidusso, Fausto Zadra, Sergio Lorenzi per la musica da camera. Altamente significativi per la sua formazione ed affermazione sono stati anche gli incontri e le stime riscosse da grandi artisti quali: Franco Ferrara, Aldo Ferraresi, Lazar Bermann, Aldo Ciccolini, Noretta Conci Leech e soprattutto Nino Rota che le conferì appena diplomata un incarico di  pianoforte a tempo indeterminato. All’attività concertistica quale pianista solista,che l’ha portata ad esibirsi con notevoli consensi di pubblico e di critica in molte città italiane ed estere,affianca una intensa attività pianistica in varie formazioni cameristiche(duo, trio,quintetto),con strumentisti e cantanti; per vari anni è stata maestro di palcoscenico al Teatro Petruzzelli di Bari. Hatenutoconcerti  in ITALIA, AUSTRIA, JUGOSLAVIA, ROMANIA,UNGHERIA, POLONIA, FRANCIA, GERMANIA (a BONN, città natale di L.W.BEETHOVEN, le fu richiesto un programma interamente dedicato a sonate di “Beethoven”), FINLANDIA e AMERICA DEL SUD. Dal 1977 al 2002 ha fatto parte stabilmente del Duo Pianistico Ferrari-Valente, affermatosi in diversi Concorsi Nazionali e Internazionali: “Belgrado”, “Casagrande”, ”Alessandria”; in tale formazione per oltre 10 anni è stata titolare dei corsi di alto perfezionamento di Duo pianistico presso l’Accademia Musicale Pescarese; in formazione di duo (con recitals e concerti per 2 pianoforti e orchestra) ha svolto un’intensa attività in molti centri italiani ed esteri, affrontando programmi monografici (integrali di CLEMENTI, MOZART , BRAHMS,  RAVEL, POULENC), esecuzioni di repertorio contemporaneo(Luciano Berio-concerto per 2 pianoforti e orchestra, con l’Orchestra sinfonica della Provincia di Bari, Bela  Bartok-sonata per 2 pianoforti e percussioni e nella versione con grande orchestra a Capodimonte con l’Orchestra della RAI di Napoli, oltre che in ROMANIA ed altri Paesi esteri). Sempre in formazione di duo pianistico, ha suonato in diretta a RAI  1 e in varie trasmissioni radiofoniche e televisive. Nei suoi recital solistici e/o in duo pianistico , con cui mantiene un’intensa attività concertistica, spesso da’ un taglio di specificità, con programmi monografici o monotematici o ”a soggetto” o con obiettivi didattici tipo “la forma sonata”, ”lo studio”, ”il preludio”, la “trascrizione” ed altri, tutti preceduti da conferenze e guida all’ascolto. Già Direttore Artistico dell’Accademia Internazionale di Musica “Don Matteo Colucci” e della RESEARCH PRESS-  Centro Studi “Franz Liszt”, Giovanna Valente è presidente dell’Associazione Mozart Italia sede di Bari. Già titolare di cattedra di Pianoforte principale presso il Conservatorio”N. Piccinni”, insegnante di pianisti già affermati ,può vantare un cospicuo numero di docenti di vari Conservatori italiani e/o Accademie di Musica,provenienti dalla sua scuola; nella sua attività poliedrica, infine, Giovanna Valente tiene seminari  e corsi di perfezionamento in rinomate Accademie Italiane ed estere,ed è regolarmente invitata in giurie di Concorsi pianistici nazionali e internazionali.

SARAH STAMBOLTSYAN 

Sarah Stamboltsyan  ha studiato pianoforte e musica da camera presso l’Accademia di Musica “Komitas” a Yerevan / Armenia (esame di concerto e diploma di solista con lode). Ha seguito ulteriori studi in pianoforte con il Prof. W. Krainew presso l’Accademia di Musica e Drama (diploma artistico con distinzione) di Saarbrücken. Inoltre, ha completato un corso di formazione in musica sacra presso il College of Sacred Music di Dresda. In seguito ha partecipato a diversi corsi di pianoforte “interpretazione di Bach” con il Prof. W. Blankenheim in Saarbrücken e una registrazione CD con il Concerto per clavicembalo in re maggiore di JS Bach (Vogtland Philharmonic Orchestra, direttore: P. Fraas). Con questo concerto ha esordito a Chicago (USA). Ulteriori registrazioni su CD sono state fatte nel 2007 e nel 2010 con il Calliope Duo. Nel 2015 ha inciso “Il Cantico dei Cantici” per soprano e pianoforte (comp. Ralf Stiller) e per il giubileo un  DVD della cantata corale Greiz. E’ richiesta come solista e musicista da camera con vari strumenti a tastiera (pianoforte, clavicembalo, organo). Nel 2001-2005 si è esibita regolarmente come solista nel concerto evento “NOTTE DI BACH  dalle  otto a mezzanotte” a Greiz,  con il Quintetto per archi nella Frauenkirche a Dresda, con l’ Orchestra da camera di Mannheim  nei concerti al Castello di Hambach, nonché con l’Orchestra Filarmonica di Vogtland negli Stati Uniti, Turchia, Spagna e altri .NCome membro del duo Calliope e del trio Neuberin  è gradito ospite di rinomati festival come il Festival tedesco-francese Musica “Primavera renana”, il Festival Internazionale di Musica da Camera Böblingen, l’ “Havelländisches Music Festival”, il “Piu Piano” Festival in Italia, il “Festival de Música Sant Pere de Rodes “in Spagna, il festival” Chopin Associatie Vlaanderen VZW “il festival” Innamorati della Musica “di Avellino, il festival” Stagione Concertistica Melodica “a Ragusa, il festival ” I martedì di Musicarte “a Villa Rospigliosi , il festival “Interfest Bitola” in Macedonia e altri.NNel 2010 Sarah Stamboltsyan ha lanciato la serie di musica da camera Calliope , che mira a promuovere giovani musicisti di talento e musica contemporanea.

CARLA AVENTAGGIATO

Possiede qualità strumentali fuori dal comune ed è dotata di una sensibilità poetica e fremente che trascina il pubblico. Così la stampa specializzata definisce la pianista Carla Aventaggiato o che si è perfezionata con i Maestri Sergio Cafaro, Novin Afrouz, Aldo Ciccolini François Joël Thiollier e Marisa Somma. E’ stata premiata in diversi Concorsi Nazionali ed Internazionali. Svolge un’intensa attività concertistica, sia da solista che in formazione di duo pianistico, che l’ha portata a tenere concerti in prestigiose Associazioni Culturali in Italia (Milano-Circolo della Stampa, Cosenza-Teatro Rendano, Bari Teatro Piccinni, Ravello-Villa Rufolo, Matera, Salerno, Torino, Udine, Roma, Firenze, etc.) e all’estero (Spagna, Romania, Germania, etc..) . La sua continua ricerca musicale la porta a sperimentare programmi interessanti e poco convenzionali come “Evangelion” di M. Castelnuovo Tedesco , le pagine pianistiche di Clara Wieck Schumann, le Sonate di Alessandro Longo, “I quattro temperamenti” per pianoforte e orchestra di P.Hindemith. In duo pianistico (con il pianista Maurizio Matarrese) nel bicentenario della nascita di Franz Liszt ha eseguito una della pagine più rappresentative e impegnative del repertorio per due pianoforti: la Nona Sinfonia di L. van Beethoven nella trascrizione originale del musicista ungherese. Regolarmente invitata a far parte di commissioni giudicatrici di concorsi pianistici nazionali ed internazionali, è co-direttore artistico del Concorso Nazionale Pianistico “Città di Casamassima”, dell’ Associazione musicale “Amadeus” di Casamassima e del Concorso Internazionale Pianistico “Città di Acquaviva delle Fonti – “Premio Giovanni Colafemmina”; inoltre fa parte del comitato artistico del Centro Studi Musicali Giovanni Colafemmina di Acquaviva delle Fonti. E’ docente di Pianoforte principale presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari.

MAURIZIO MATARRESE

Si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Musica “Niccolò Piccini” di Bari sotto la guida di Marisa Somma. Successivamente ha proseguito lo studio del pianoforte con Novin Afrouz, Paul Badura Skoda, Aldo Ciccolini e François-Joël Thiollier. Ha debuttato all’età di diciassette anni eseguendo il “Konzertstücke op. 79” di Carl Maria von Weber al Teatro Petruzzelli di Bari, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica di Bari. Da allora è seguita una brillante carriera concertistica, sia da solista che in duo pianistico con la moglie Carla Aventaggiato, ed ha suonato per importanti associazioni musicali in sedi di prestigio (Roma, Milano, Matera, Potenza, Ravello, Amalfi etc.) riscuo tendo ovunque consensi di pubblico e di critica. In occasione del Capodanno 2008 ha eseguito la “Rhapsody in Blue” di George Gershwin al Teatro Piccinni di Bari, concerto registrato e teletrasmesso dall’emittente televisiva “Telenorba”. Premiato in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha al suo attivo l’incisione di due CD: “Franck & Beethoven” (Fonit Cetra 1990), “Nino Rota, le musiche pianistiche dei film di Fellini” (Ducale 1997).  Quest’ultima registrazione ha ottenuto giudizi critici assai lusinghieri: “…Esecuzione brillante, affascinante ed intensamente poetica (Roma); … Interprete felice e fervido temperamento (La Gazzetta del Mezzogiorno”; …Opera dotata di notevole valore artistico (Amadeus); …Intimità e dolcezza (Il Sole 24 ore). Regolarmente invitato a far parte di commissioni giudicatrici di concorsi pianistici nazionali ed internazionali, è direttore artistico del Concorso Nazionale Pianistico “Città di Casamassima”, dell’Associazione musical “Amadeus” di Casamassima e del Centro Studi “Giovanni Colafemmina” di Acquaviva delle Fonti. Docente di pianoforte principale al Conservatorio “N. Piccini” di Bari, svolge attività didattica fin dall’età di diciotto anni e la sua trentennale esperienza è confortata dal successo di numerosi suoi allievi in concorsi e concerti. Ha tenuto seminari sulla tecnica pianistica e corsi di perfezionamento a Bari, Lucera, Borgia, Trani, Vieste e Marina di Pietrasanta. Hanno scritto di lui: “…lettura interpretativa solida ed intuitiva”, “…Matarrese sfoggia un bel suono, sostenuto da un bagaglio tecnico eccellente”, “…una purezza di clima, una ricchezza di idee che gli consente di dare consistenza e spessore alla propria vena espressiva”.